Vai al contenuto

10 sostituti dei semi di sesamo per ogni occasione

10 Sostituti dei semi di sesamo per ogni occasione

Sharing is caring!

I semi in generale sono molto salutari e, a parte questo, possono servire come ingrediente in quasi tutti i tipi di piatti, sia salati che dolci. 

Un posto speciale nel mondo dei semi è riservato ai semi di sesamo. Sebbene siano più comunemente utilizzati nella cucina asiatica, stanno diventando molto popolari anche nel nostro mondo culinario. 

Dai piatti al forno, alle pietanze cotte, ai piatti arrosto e alle insalate, fino ai piatti dolci e ai dessert, sono in grado di coprire tutto. 

Ma cosa succede se si finiscono i semi di sesamo nel bel mezzo di una ricetta complicata o se uno dei membri della famiglia è allergico ai semi? 

Non c'è da preoccuparsi, perché ci sono ottimi sostituti dei semi di sesamo che aspettano di essere incorporati nel vostro piatto preferito. 

1. Semi di sesamo bianco/nero

Semi di sesamo bianco e nero in piccole ciotole

Inizierò col dire che esistono due tipi principali di semi di sesamo: i semi di sesamo nero e i semi di sesamo bianco. 

Essendo entrambi semi di sesamo, è logico che possano essere sostituiti nella maggior parte dei piatti. 

Tuttavia, sebbene siano molto simili, è necessario discuterne alcune differenze per poter effettuare la sostituzione perfetta. 

La differenza più evidente sta nel colore. Poiché i semi di sesamo sono spesso utilizzati per guarnire, i colori diversi potrebbero essere un problema. 

I semi bianchi sono i più utilizzati a questo scopo, mentre il colore più scuro dei semi neri può influire in qualche misura sull'aspetto visivo di un piatto.  

Entrambi i tipi di semi possono essere utilizzati in cucina e al forno. Tuttavia, bisogna considerare il loro sapore leggermente diverso. 

In particolare, i semi di sesamo nero hanno un sapore più intenso e di noce rispetto ai semi bianchi, che sono un po' più dolci. Pertanto, quando si prepara un piatto dolce, si consiglia di scegliere i semi di sesamo bianchi. 

L'ultima differenza sta nel fatto che i semi neri sono leggermente più nutrienti. 

Sebbene entrambi i tipi di semi contengano elevate quantità di calcio, ferro e magnesio, i semi di sesamo nero sono leggermente più ricchi di fibre e presentano una maggiore concentrazione di alcuni antiossidanti, come i fitosteroli e i lignani. 

Infine, se la vostra ricetta richiede i semi di sesamo, tenete presente che è molto più facile trovare in commercio i semi bianchi, quindi non dovreste avere problemi a procurarveli. 

Vedi anche: 10 sostituti dei semi di sesamo per ogni occasione

2. Semi di papavero

Semi di papavero

Ed ecco il primo tipo di seme che può essere utilizzato come valido sostituto dei nostri semi di sesamo. I semi di papavero sono piccoli semi a forma di rene che provengono dalla pianta del papavero da oppio e sono comunemente utilizzati in molte cucine del mondo. 

Questo popolare tipo di alimenti che iniziano per p può essere un'ottima alternativa.

Pro:

- Colore: I semi di papavero hanno un colore simile a quello dei semi di sesamo nero, quindi possono essere un ottimo sostituto per guarnire un piatto. 

- Sapore: I semi di papavero hanno un sapore delicato e di noce, simile a quello dei semi di sesamo, che li rende un buon sostituto in molte ricette.

- Nutrizione: Come i semi di sesamo, anche i semi di papavero sono una buona fonte di fibre, calcio, magnesio e altre vitamine e minerali, che li rendono un'alternativa nutriente. 

Contro:

- Leggermente più amaro: Sebbene abbiano un profilo gustativo simile a quello dei semi di sesamo, sono leggermente più amari, il che può rappresentare un problema in alcuni casi, soprattutto se li si utilizza al posto dei più dolci semi di sesamo bianco. 

- Forma: I semi di papavero sono molto più piccoli di quelli di sesamo, quindi ne servono di più per ottenere la stessa consistenza e lo stesso sapore. 

- Struttura: I semi di papavero hanno una consistenza leggermente diversa da quella dei semi di sesamo, che può influire sulla sensazione in bocca di un piatto. Questo aspetto potrebbe non essere evidente in tutte le ricette, ma potrebbe essere importante in alcune.

Come usarli come sostituti: 

I semi di papavero possono essere utilizzati in quasi tutti i tipi di piatti che richiedono i semi di sesamo. Questo vale soprattutto per i semi di sesamo nero, che hanno un sapore più simile. 

I semi di papavero si adattano bene ai piatti saltati in padella, dove è possibile ottenere un aroma più delicato ma un sapore più deciso del piatto. 

Si possono anche aggiungere a condimenti per insalate, guarnizioni per il pane, pancake e altri snack. 

Tenete presente che i semi di papavero sono leggermente più piccoli e più densi dei semi di sesamo, il che può influire sulla consistenza del piatto finito. 

Se la consistenza è importante nella vostra ricetta, potete considerare di tostare o macinare i semi di papavero per ottenere una consistenza più simile a quella dei semi di sesamo.

Inoltre, non aggiungetene troppi, soprattutto se state preparando un piatto dolce, perché hanno un sapore più amaro rispetto ai semi di sesamo, soprattutto quelli bianchi. 

3. Semi di girasole

Semi di girasole in mano in primo piano sullo sfondo di girasoli in fiore

Credo che questo lo conosciate bene, dato che i semi di girasole sono originari del Nord America e sono stati una fonte di cibo popolare per molte culture per migliaia di anni. Provengono dalla pianta del girasole (Helianthus annuus).

Pro:

- Sapore umami: Probabilmente il più grande vantaggio dell'uso dei semi di girasole come sostituto dei semi di sesamo è il fatto che hanno un sapore umami simile, che li rende un buon sostituto in molte ricette. 

- Nutrizione: I semi di girasole sono anche molto nutrienti e contengono elevate quantità di proteine, grassi sani e fibre, nonché antiossidanti e alcune vitamine e minerali, tra cui la vitamina E, il magnesio e il selenio. 

- Disponibilità: È relativamente facile trovare i semi di girasole, soprattutto quelli salati, nella maggior parte dei negozi di alimentari e supermercati. 

Contro:

- Non così tanto: Anche se hanno un sapore leggermente di nocciola, non è sufficiente per soddisfare i criteri di nocciolosità dei semi di sesamo. 

- Forma e dimensioni diverse: I semi di girasole sono più grandi e di forma più oblunga rispetto ai semi di sesamo, il che può influire sull'aspetto del piatto finito. Questo aspetto potrebbe non essere importante per tutte le ricette, ma potrebbe essere importante per i piatti in cui l'aspetto visivo è importante.

- Struttura diversa: I semi di girasole sono anche leggermente più morbidi e hanno una consistenza diversa rispetto ai semi di sesamo.

Come usarli come sostituti: 

I semi di girasole sono uno dei semi più versatili e non si può sbagliare ad aggiungerli alla maggior parte dei piatti. 

Tuttavia, quando li si utilizza in sostituzione dei semi di sesamo, è meglio incorporarli in ricette da forno, insalate e, occasionalmente, come guarnizione o condimento per soffritti e piatti salati simili. 

Si possono anche usare come snack al posto dei semi di sesamo. I semi di girasole tostati, da soli o mescolati con altre noci e semi, sono un ottimo spuntino. 

Si può anche preparare il burro di semi di girasole, simile al burro di arachidi, e usarlo come crema da spalmare sui toast, nei frullati o come salsa per frutta e verdura.

Non vi consiglio di usarli come sostituti del riso, perché il sapore non è molto simile e non sono adatti ad alcune preparazioni come le polpette di riso e il sushi, che includono comunemente i semi di sesamo.

4. Semi di canapa

Cumulo di semi di canapa su sfondo in legno

Se siete appassionati di nutrizione, probabilmente conoscete i semi di canapa, in quanto sono uno dei semi più nutrienti. Conosciuti anche come cuori di canapa, questi semi provengono dalla pianta di canapa (Cannabis sativa) e possono essere un valido sostituto dei semi di sesamo.

Pro:

- Un enorme valore nutrizionale: I semi di canapa sono una fonte di energia nutrizionale, in quanto contengono proteine, grassi sani, fibre e vitamine e minerali essenziali. Contengono inoltre un equilibrio di acidi grassi omega-3 e omega-6, che possono contribuire alla salute del cuore.

- Adatto alle allergie: I semi di canapa sono un'ottima opzione per chi è allergico al sesamo o ha altre restrizioni alimentari, come le diete senza glutine o vegane.

- Profilo aromatico simile: I semi di canapa hanno anche lo stesso specifico sapore di noce dei semi di sesamo, che li rende un'ottima aggiunta a molte ricette simili. 

Contro:

- Struttura diversa: I semi di canapa sono leggermente più grandi e hanno una consistenza diversa rispetto ai semi di sesamo, il che può influire sulla consistenza del piatto finito.

- Disponibilità: Non è facile trovare i semi di canapa nei comuni negozi di alimentari, anche se ultimamente sono sempre più diffusi. Tuttavia, è sempre possibile trovarli in molti negozi di specialità alimentari. 

- Costo più elevato: I semi di canapa possono essere più costosi dei semi di sesamo, il che potrebbe non renderli un'opzione pratica per alcune tasche.

Come usarli come sostituti: 

I semi di canapa hanno forma e dimensioni simili a quelle dei semi di sesamo e hanno lo stesso sapore di noce, quindi è logico che possano essere utilizzati in molti piatti che richiedono i semi di sesamo. 

Vengono spesso aggiunti a prodotti da forno, insalate, yogurt e altri piatti come guarnizioni. Si possono usare anche in molti piatti cucinati, se si vuole ottenere un sapore simile a quello delle nocciole. 

I semi di canapa si prestano molto bene alla preparazione di salse e creme. Si possono usare per fare hummus, baba ganoush, o tahini mescolandoli con altri ingredienti.

Infine, se state preparando qualche tipo di piatto asiatico o mediorientale, i semi di canapa possono essere un'ottima scelta, soprattutto per i soffritti. 

Tuttavia, come gli altri sostituti, non hanno l'aspetto o il sapore giusto nel sushi e sono mediocri come guarnizione di riso per i piatti di riso più semplici.

5. Semi di lino

cucchiaio di legno con semi di lino posto su un tavolo di legno

Questi piccoli semi dorati, noti come semi di lino, provengono dalla pianta del lino (Linum usitatissimum). Sono anche molto nutrienti e sono addirittura considerati un superalimento. Anche se non sono un sostituto perfetto, hanno qualcosa da offrire. 

Pro:

- Valore nutrizionale: I semi di lino sono un'ottima fonte di acidi grassi omega-3, fibre, lignani e altri nutrienti benefici. Offrono benefici per la salute simili a quelli dei semi di sesamo, con quantità addirittura superiori di alcuni nutrienti in alcuni casi.

- Disponibilità: Oggi i semi di lino non sono venduti solo nei negozi di specialità alimentari, ma si trovano anche in molti negozi di alimentari e supermercati. 

- Versatilità: I semi di lino possono essere utilizzati in diversi piatti.

Contro:

- Gusto diverso: Sebbene i semi di lino abbiano un sapore di nocciola, non è esattamente lo stesso del sapore dei semi di sesamo. A seconda della ricetta, la sostituzione può dare luogo a un profilo di sapore leggermente diverso.

- Texture diversa: I semi di lino sono più grandi dei semi di sesamo e hanno una consistenza più solida e gommosa, che può influire negativamente sulla consistenza complessiva del piatto. 

- Preparazione diversa: Di solito i semi di lino devono essere prima macinati e poi aggiunti alla pietanza, perché solo così possono rilasciare il loro sapore e le loro sostanze nutritive. 

Come usarli come sostituti: 

Innanzitutto, i semi di lino devono essere macinati prima di essere aggiunti a qualsiasi piatto. 

Una volta fatto ciò, si possono utilizzare questi semi per la preparazione di prodotti da forno, come pane, muffin o biscotti, per aggiungere un sapore di nocciola e un salutare apporto di fibre. Infatti, possono servire come un ottimo sostituto della banana nella cottura al forno.

Potete anche usarne un po' da spolverare sulle vostre insalate per aggiungere un sapore di nocciola e una consistenza croccante. Usateli nella stessa quantità in cui usereste i semi di sesamo. 

Non vi consiglio di usarli come sostituti del tahini o dell'olio di sesamo, e in generale non sono un buon sostituto dei semi di sesamo in cose come il riso per il sushi, anche se alcuni lo preferiscono. 

6. Semi di zucca

Semi di zucca tostati in un cucchiaio di legno su sfondo in legno

Come suggerisce il nome, i semi di zucca sono i semi commestibili del frutto della zucca, noti anche come pepitas. Sebbene questi alimenti che iniziano per p presentino alcune differenze rispetto ai semi di sesamo, possono essere utilizzati come sostituti, soprattutto grazie al loro sapore simile. 

Pro:

- Sapore simile: Il sapore non è esattamente lo stesso, ma se volete dare al vostro piatto un sapore simile a quello dei semi di sesamo, i semi di zucca sono sicuramente un'ottima scelta. 

- Texture simile: I semi di zucca hanno una consistenza croccante simile a quella dei semi di sesamo, il che li rende un buon sostituto in alcune ricette.

- Nutrizione: I semi di zucca sono ricchi di sostanze nutritive come proteine, grassi sani e minerali come magnesio, zinco e potassio, che li rendono un'alternativa molto salutare.

Contro:

- Disponibilità leggermente inferiore: Sebbene sia possibile trovare i semi di zucca in molti negozi di alimentari, sono ancora un po' meno disponibili rispetto ai semi di sesamo, soprattutto la varietà bianca.  

- Prezzo più alto: Anche se dipende da dove si acquistano, i semi di zucca sono in genere un po' più costosi dei semi di sesamo. 

Come usarli come sostituti: 

Il bello dei semi di zucca è che si possono usare come i semi di sesamo. 

Sono un'ottima alternativa da utilizzare nelle ciotole per la colazione, nei piatti saltati in padella, nelle zuppe cremose, nel pane e nelle tagliatelle. 

I semi di zucca tostati possono essere utilizzati anche come guarnizione croccante per le insalate. Sono particolarmente indicati nelle insalate con verdure arrostite, cereali o frutta. 

I semi di zucca possono essere utilizzati per preparare salse e creme, proprio come i semi di sesamo. Ad esempio, si può preparare l'hummus di semi di zucca frullando ceci cotti, semi di zucca, olio d'oliva, succo di limone e altri ingredienti.

Un altro consiglio. Se volete ottenere una consistenza simile a quella dei semi di sesamo, tostateli prima e poi tagliateli in pezzi più piccoli.

7. Pinoli tostati

ciotola in ceramica con pinoli tostati e timo fresco su un tavolo luminoso

I pinoli sono i semi commestibili degli alberi di pino, presenti in diverse regioni del mondo, tra cui Europa, Asia e Nord America. I pinoli crudi non sono ideali, ma una volta tostati possono essere un'ottima alternativa ai semi di sesamo. 

Pro:

- Sapore di nocciola: I pinoli hanno un sapore unico di nocciola che può aggiungere profondità e complessità a una ricetta.

- Nutrizione: I pinoli sono una buona fonte di proteine, grassi sani e minerali essenziali. Sono anche un'ottima fonte di antiossidanti, che possono avere diversi benefici per la salute, tra cui la riduzione delle infiammazioni e il miglioramento della salute del cuore.

- Versatilità: I pinoli sono versatili e possono essere utilizzati in una varietà di piatti, come ad esempio salsa al pesto, insalate, piatti di pasta e prodotti da forno.

Contro:

- Struttura: I pinoli hanno una consistenza più morbida dei semi di sesamo, che può influire sulla consistenza complessiva di una ricetta.

- Prezzo più alto: I pinoli sono generalmente più costosi dei semi di sesamo.

- Calorie più elevate: I pinoli hanno un contenuto di calorie e di grassi superiore a quello dei semi di sesamo, quindi potrebbero non essere l'opzione migliore per coloro che tengono sotto controllo l'apporto calorico o di grassi.

Come usarli come sostituti: 

I pinoli sono un ottimo ingrediente per molti tipi di piatti. Tuttavia, se si acquistano i pinoli crudi, è essenziale tostarli leggermente prima e tagliarli in piccoli pezzi.

Questo vale soprattutto se si intende usarli come guarnizione, ma si possono usare anche in quasi tutti i tipi di piatti che richiedono semi di sesamo, perché possono conferire un sapore simile a quello delle nocciole. 

Si possono usare anche nelle insalate, nei piatti di pasta e nella salsa al pesto. Anche i prodotti da forno sono un'opzione, ma tenete presente che la consistenza sarà leggermente diversa. 

Quando li si usa come sostituti, si può usare liberamente la stessa quantità di semi di sesamo richiesta dalla ricetta. 

8. Semi di pistacchio

Pistacchio in ciotola di legno su sfondo tovaglia di lino con spazio copia

Conosciuti anche come pistacchi, i semi di pistacchio sono i semi commestibili dell'albero del pistacchio (Pistacia vera). Non vengono consumati solo come spuntino, ma anche come ingrediente di vari piatti. Possono anche essere utilizzati come sostituti dei semi di sesamo. 

Pro:

- Sapore di nocciola: I semi di pistacchio hanno un sapore di noce simile a quello dei semi di sesamo, che può aiutare a ottenere un sapore complessivo simile del piatto. 

- Texture croccante simile: I semi di pistacchio hanno una consistenza croccante simile a quella dei semi di sesamo, che può aggiungere una consistenza desiderabile al piatto.

- Nutrizione: I semi di pistacchio sono una buona fonte di proteine, fibre e altri nutrienti, il che li rende un'alternativa salutare ai semi di sesamo.

Contro:

- Sapore più forte: I semi di pistacchio hanno un sapore più forte dei semi di sesamo, che può facilmente sovrastare gli altri sapori del piatto.

- Disponibilità: I semi di pistacchio non sono così disponibili nei negozi di alimentari e nei supermercati come i semi di sesamo. 

- Costo: I semi di pistacchio possono essere più costosi dei semi di sesamo, il che potrebbe non essere fattibile per alcuni budget. Ci sono molte ragioni Perché i pistacchi sono così cari.

Come usarli come sostituti: 

Quando si usano i semi di pistacchio come sostituto, essi funzionano meglio nei prodotti da forno, perché possono fornire un simile sapore di nocciola e una consistenza croccante. 

Tuttavia, bisogna considerare che hanno un sapore più forte, quindi vi consiglio di aggiungere un po' meno di quanto richiesto dalla ricetta per i semi di sesamo. 

Inoltre, è sempre bene tritarli, tostarli e poi utilizzarli nel piatto, perché i semi di pistacchio crudi non hanno il sapore e la consistenza necessari. 

Oltre che per i prodotti da forno, i semi di pistacchio possono essere utilizzati come guarnizione per insalate e yogurt, oltre che per preparare creme e salse. 

Se scegliete di usarli come guarnizione, tenete presente che hanno un colore diverso (verde), che può influire sull'aspetto del piatto. 

9. Semi di chia

semi di chia isolati su tavolo

Nel mondo dei semi, i semi di chia stanno lentamente conquistando un posto speciale grazie alle loro fenomenali proprietà nutrizionali. I semi di chia provengono dalla pianta Salvia hispanica, appartenente alla famiglia della menta. Possono essere un valido sostituto in alcune ricette.

Pro:

- Alto valore nutrizionale: I semi di chia sono ricchi di antiossidanti e, proprio come i semi di sesamo, sono ricchi di fibre. Sono anche ricchi di proteine, grassi sani e varie vitamine e minerali. 

- Adatto alle allergie: Alcune persone possono essere allergiche al sesamo e non possono consumare i semi di sesamo, quindi i semi di chia possono essere una buona alternativa.

- Lunga durata di conservazione: I semi di chia hanno una lunga durata di conservazione e possono essere conservati a temperatura ambiente per diversi mesi.

Contro:

- Sapore molto delicato: I semi di chia hanno un sapore più delicato rispetto ai semi di sesamo, che può influire sul gusto complessivo del piatto.

- Texture diversa:  I semi di chia hanno una consistenza gelatinosa quando sono immersi in un liquido, che potrebbe non essere adatta a tutti i piatti. I semi di sesamo, invece, hanno una consistenza croccante.

- Disponibilità e costi: Sebbene i semi di chia siano sempre più disponibili in molti negozi di alimentari e supermercati, è ancora più difficile trovarli rispetto ai semi di sesamo. Inoltre, sono anche più costosi. 

Come usarli come sostituti: 

Potete usare i semi di chia in piatti simili, ma dovete ricordare alcune cose importanti. 

Poiché il sapore è più blando, il piatto non avrà lo specifico sapore di nocciola che i semi di sesamo possono dare. Inoltre, una volta messi a bagno in acqua o in altri tipi di liquidi, i semi di chia diventano più grandi e simili a gelatina. 

Per questo motivo, il piatto non sarà così croccante come con i semi di sesamo e probabilmente dovrete aggiungerne un po' meno perché tendono a diventare più grandi nel liquido. 

Si possono scegliere per la colazione, le insalate, i prodotti da forno come guarnizioni e aggiungere ai piatti cucinati per ottenere un po' di sapore e una grande quantità di nutrimento. Ad esempio, i semi di chai sono anche un'ottima sostituti dell'uovo nei brownies, come agente legante.

Tuttavia, il mio consiglio è di utilizzarli in alcuni piatti, come budini e frullati, a causa della loro consistenza simile alla gelatina. 

10. Olio di sesamo

olio di sesamo e semi di sesamo sul tavolo

È abbastanza ovvio che si tratti di un'altra forma di semi di sesamo, cioè di olio derivato dai semi di sesamo. È ovvio che non conferirà al piatto la stessa consistenza, ma ha altri vantaggi. 

Pro:

- Sapore: Anche se un po' più forte, l'olio di sesamo ha un sapore di nocciola simile a quello dei semi di sesamo, che può aiutare a mantenere il sapore complessivo del piatto.

- Versatilità: L'olio di sesamo può essere utilizzato in un'ampia gamma di piatti, dai soffritti alle marinate, dai condimenti alle salse.

- Durata di conservazione più lunga: Se conservato correttamente, l'olio di sesamo può durare più di 1 anno (come molti altri oli, ad es. olio di canola per esempio), che è un po' più lungo rispetto ai semi di sesamo. 

Contro:

- Texture diversa: L'olio di sesamo è un liquido e non ha la stessa consistenza croccante dei semi di sesamo. Questo può essere uno svantaggio per i piatti che si basano sui semi di sesamo per la loro consistenza.

- Prezzo più alto: L'olio di sesamo può essere più costoso dei semi di sesamo, il che potrebbe non essere fattibile per alcuni budget.

- Valore nutrizionale: Anche l'olio di sesamo è salutare perché contiene molti grassi sani. Tuttavia, è privo di proteine, fibre e altri nutrienti presenti nei semi di sesamo. 

Come usarlo come sostituto: 

Sebbene si tratti di un'altra forma di semi di sesamo, non è consigliabile utilizzare l'olio di sesamo in tutte le ricette che lo richiedono. 

In primo luogo, non conferisce al piatto quella specifica consistenza croccante, quindi è meglio non aggiungerlo a piatti in cui la consistenza è importante. 

In secondo luogo, anche l'olio di sesamo ha quel sapore di nocciola, ma è molto più forte, quindi può facilmente sovrastare gli altri sapori del piatto, soprattutto se se ne aggiunge troppo. 

Quindi, il mio consiglio è di usarlo nelle insalate, negli stufati e nei soffritti, ma in quantità minori. Si può utilizzare anche in marinate, condimenti e salse. 

Evitate di usarlo nei piatti al forno a causa della diversa consistenza e del fatto che tende a bruciare più velocemente di altri oli. 

Un'altra cosa. Quando si usa l'olio di sesamo in sostituzione dei semi di sesamo, è meglio usare l'olio di sesamo non tostato, che ha un sapore più delicato rispetto all'olio di sesamo tostato.

10 sostituti dei semi di sesamo per ogni occasione