Vai al contenuto

Il tahini va a male? Per quanto tempo la tahini può rimanere buona?

Il tahini va a male? Per quanto tempo il Tahini può rimanere buono?

Sharing is caring!

Sebbene sia un alimento base della cucina mediorientale e il più usato proprio in quella parte del mondo, è molto popolare anche in molte altre parti del globo, compresi gli Stati Uniti.

In generale, il tahini è un condimento molto semplice, composto da due soli ingredienti principali. Questi due ingredienti principali sono i semi di sesamo e l'olio (nella maggior parte dei casi).

Più precisamente, il tahini è una pasta di semi di sesamo ottenuta macinando i semi di sesamo con olio fino a raggiungere una consistenza liscia.

Devo anche sottolineare che la tahini può essere preparata con prodotti crudi e tostati. semi di sesamo. Il tahini ottenuto dai semi crudi tende ad avere un sapore più forte di quello ottenuto dai semi tostati.

Il tahini è in qualche modo simile al burro di arachidi e viene utilizzato soprattutto per migliorare il sapore del baba ganoush e del hummus. Può essere utilizzato anche in piatti salati e dolci, come frutta, insalate, torte al formaggio, ecc.

Ma quando si utilizza qualsiasi tipo di alimento, compreso il tahini, sorgono alcune domande importanti e una delle più importanti è "Il tahini va a male?". Sì, pasta di tahini si guasta, anche se ha una durata relativamente lunga durata di conservazione.

Se non si conoscono alcune informazioni importanti sul tahini stesso, i consigli per la conservazione e i segni di deterioramento, il rischio di ritrovarsi con un tahini rovinato è maggiore.

Per evitarlo, vi consiglio caldamente di continuare a leggere.

Il tahini va a male?

versare il Tahini dal cucchiaio in un piatto

Allora, la tahini va a male? Sì, la tahini va sicuramente a male se non la si maneggia correttamente. Per farlo, è necessario conoscere alcune informazioni cruciali, ossia alcuni fattori importanti che determinano la longevità della pasta tahini.

1. Tipo di tahini

Il primo fattore che determina la longevità del tahini è il tipo di tahini stesso, cioè se si tratta di tahini acquistato in negozio o di tahini fatto in casa. In generale, tutti gli alimenti acquistati in negozio durano più a lungo di quelli fatti in casa.

Il motivo è ovvio. A differenza del tahini fatto in casa, quello acquistato in negozio contiene conservanti che lo proteggono dai batteri nocivi che sono la causa principale del deterioramento.

Inoltre, la maggior parte dei tahini acquistati in negozio sono pastorizzati e questo ne prolunga la durata di conservazione.

La pastorizzazione è un processo in cui gli alimenti vengono trattati con un leggero calore per distruggere i microrganismi patogeni che possono portare a un'infezione alimentare. deterioramento.

2. Barattolo aperto o non aperto di Tahini

Il prossimo fattore da considerare è se il barattolo di tahini è stato aperto o meno. Poiché la tahini tende ad avere una durata di conservazione relativamente lunga, un barattolo di tahini non aperto può rimanere relativamente più a lungo nella vostra dispensa.

Tuttavia, una volta aperto il barattolo di tahini, questo entrerà immediatamente in contatto con l'aria e ciò ne ridurrà automaticamente la durata di conservazione. Anche se può essere conservato a temperatura ambiente per qualche tempo, è meglio conservarlo in frigorifero una volta aperto, per sicurezza.

3. Tipo di semi di sesamo

Anche se la maggior parte delle persone non lo sa, i semi di sesamo utilizzati per la preparazione della pasta tahini giocano un ruolo fondamentale nella sua durata di conservazione. Più precisamente, se la pasta tahini è fatta con semi tostati, durerà molto più a lungo di quella fatta con semi di sesamo crudi.

Il tahini ottenuto dai semi tostati può conservarsi fino a 3 anni, mentre la versione con semi crudi può durare fino a 6 mesi.

Tuttavia, se si vuole sapere con precisione quanto durerà, è meglio leggere ciò che è scritto sull'etichetta, cioè controllare la data di scadenza scritta sull'etichetta di entrambi i tipi di tahini per trovare la risposta migliore.

Una cosa interessante è che la pasta di tahini contiene tutti gli antiossidanti dei semi di sesamo che agiscono come un conservante naturale.

4. Il modo in cui si conserva il tahini

L'ultimo fattore è il metodo di stoccaggio utilizzato. Potete conservare la pasta tahini a temperatura ambiente, in frigorifero o in freezer. Questo dipende dal tipo di tahini che avete a disposizione e da ciò che desiderate.

Ovviamente, la pasta tahini durerà più a lungo se conservata in freezer e meno a lungo se lasciata a temperatura ambiente. Di seguito, vi mostrerò i migliori consigli per conservare correttamente la pasta tahini. Quindi, rimanete sintonizzati.

Come conservare correttamente il tahini?

Tahini in barattolo

Conservare il tahini nel modo giusto è molto importante. Anche se è molto difficile che il tahini si rovini, se non lo si conserva nel modo giusto può andare a male. Per preservare la migliore qualità della vostra pasta di tahini, ecco alcuni importanti consigli per la conservazione del tahini.

- Conservare la tahini in dispensa per una conservazione a breve termine.

- Trovate un posto fresco nell'armadietto della cucina per conservare la tahini (fate lo stesso quando conservazione del cremor tartaro.)

- Evitate di lasciare il tahini in un luogo esposto alla luce diretta del sole o vicino a forti fonti di calore.

- Assicuratevi di chiudere bene il coperchio del vostro barattolo di pasta tahini, perché il tahini si rovina soprattutto a causa dell'ossidazione.

- Cercate sempre di trovare un barattolo o una bottiglia con un coperchio sicuro per il vostro tahini fatto in casa.

- Se si desidera conservare la tahini per un periodo più lungo, è meglio conservarla in frigorifero.

- Quando si conserva la tahini in frigorifero, frullarla con un cucchiaino di acqua, olio di sesamo o anche olio d'oliva per mantenerne l'umidità. In caso contrario, perderà la sua umidità e diventerà simile a un gelato.

- Per frullare la tahini con l'acqua o l'olio di sesamo prima di conservarla in frigorifero, si può usare un frullatore a immersione o un robot da cucina.

- Assicuratevi che il contenitore in cui viene conservato il tahini sia ben chiuso per evitare la contaminazione incrociata con altri alimenti.

- Evitate di conservare la pasta tahini vicino allo sportello del frigorifero perché la temperatura cambia rapidamente e questo non fa bene alla pasta.

Si può congelare la tahini?

Tahini denso in una ciotola

Sì, oltre a conservare la tahini in dispensa o in frigorifero, è possibile conservarla anche in freezer. Ma non è così semplice, cioè non si può semplicemente mettere il barattolo di tahini nel congelatore. Ci sono alcuni passaggi da seguire per congelare correttamente il tahini.

Linee guida per il congelamento della pasta Tahini

Se non si vuole usare subito la tahini o se ne avanza un po', ci sono due modi per congelare la pasta di tahini. Si può congelare in porzioni a cucchiaiate oppure si può usare un vassoio per cubetti di ghiaccio.

Congelare la tahini in porzioni a cucchiaio

Ecco i passaggi da seguire per prolungare la durata di conservazione del tahini nel congelatore.

FASE 1: Utilizzare una teglia da forno e foderarla con carta da forno.

FASE 2: Dividere la pasta di tahini in piccole porzioni, disponendole sulla teglia.

FASE 3: Pre-congelare la pasta tahini ponendo la teglia con piccole porzioni di tahini nel congelatore. Si può lasciare congelare per 2 ore o per tutta la notte.

FASE 4: Una volta congelate le piccole porzioni di tahini, è possibile trasferirle in un contenitore ermetico o in un sacchetto per il congelamento. Assicuratevi di aspirare tutta l'aria residua e di sigillare bene il contenitore o il sacchetto.

FASE 5: Etichettare il sacchetto o il contenitore con la data esatta di conservazione e congelare il tahini.

Congelare il tahini utilizzando un vassoio per cubetti di ghiaccio

Un altro modo più veloce per congelare il tahini è quello di utilizzare una vaschetta per cubetti di ghiaccio. Ecco i passaggi.

FASE 1: Utilizzare un vassoio e foderarlo con pellicola trasparente.

FASE 2: Riempire il vassoio di tahini.

FASE 3: A questo punto, si può tagliare l'involucro per ogni fessura del vassoio e utilizzare l'involucro in più per avvolgere il tahini con un altro strato.

FASE 4: Quando il tahini è ben avvolto, si possono mettere le porzioni di tahini avvolte in un contenitore e sigillarle bene.

FASE 5: Infine, potete etichettare il contenitore con la data esatta di conservazione e congelare il vostro tahini. Il tahini può essere conservato in freezer fino a 3-4 mesi, come indicato da l'USDA.  In realtà, è sicuro a tempo indeterminato nel congelatore, ma non bisogna tenerlo congelato per troppo tempo a causa della perdita di qualità. 

Linee guida per scongelare il tahini

Dopo un paio di mesi di congelamento, è il momento di utilizzare il tahini congelato. Ma, naturalmente, bisogna prima scongelarlo correttamente. Ecco i passi da seguire.

FASE 1: Per prima cosa, è necessario prendere una porzione di tahini che si desidera utilizzare al momento e trasferirla in una ciotola.

FASE 2: Coprite la ciotola con un piatto o un asciugamano e lasciate scongelare per circa 15 minuti.

FASE 3: Mentre si scongela, si può mescolare un paio di volte per evitare che si formi uno strato di olio sulla pasta.

FASE 4: Dopo aver raggiunto la temperatura ambiente, mescolare con una frusta o una forchetta per mantenerne la consistenza.

Quanto dura il tahini?

Tahini in barattolo di erba

La longevità della pasta di tahini dipende dal tipo di tahini, dal fatto che sia stato aperto o meno, dal metodo di conservazione e dal tipo di semi di sesamo da cui viene ricavato.

Tahini acquistato in negozio

Inizierò con il tahini acquistato in negozio, che può durare più a lungo grazie agli stabilizzatori e ai conservanti incorporati durante il processo di produzione.

- Il tahini non aperto può durare fino a 6 mesi dopo la data di scadenza se conservato a temperatura ambiente.

- Il tahini non aperto può durare per circa 12 mesi o più se conservato correttamente in frigorifero.

- Il tahini aperto può durare circa 4-6 mesi se conservato a temperatura ambiente.

- Il tahini aperto può durare circa 6 mesi dopo la data di scadenza se conservato correttamente in frigorifero.

Se volete godere appieno del tahini acquistato in negozio, vi consiglio caldamente di consumarlo entro 3-4 settimane dall'acquisto perché, in questo lasso di tempo, mantiene la sua freschezza.

Tahini fatto in casa

La tahini fatta in casa non dura quanto quella acquistata in negozio perché non contiene conservanti e quindi è più soggetta a deteriorarsi. Inoltre, non lasciate mai aperto il barattolo di tahini fatto in casa perché si rovina rapidamente.

- La tahini fatta in casa non aperta può durare fino a 1-3 giorni se conservata a temperatura ambiente.

- La tahini fatta in casa non aperta può durare fino a 7 giorni se conservata correttamente in frigorifero.

È meglio consumare subito il tahini fatto in casa perché solo così sarà completamente fresco e sicuro per il consumo.

Inoltre, se si acquista tahini biologicoconsumarlo contemporaneamente a quello fatto in casa perché non contiene neanche conservanti.

Come capire se il tahini è andato a male?

Tahini in una ciotola di vetro e cucchiaio sul tavolo

Sebbene la pasta di tahini non vada a male così facilmente, anche questo può accadere a volte. Esistono alcuni segnali che permettono di concludere che il vostro pasta di tahini è andato a male. Ecco questi segni.

- Odore di rancido: Sebbene il tahini irrancidito non sia dannoso se consumato occasionalmente, non è comunque una buona idea consumarlo in quello stato perché avrà un sapore e un aroma sgradevoli. L'odore sarà amaro e saponoso, quindi se lo percepite, sappiate che probabilmente è rancido.

- Diversa consistenza e consistenza: Se notate che il vostro tahini è diventato solido e ha perso la sua freschezza e consistenza, potrebbe trattarsi di una segno di deterioramento.

- Gusto sgradevole: Se non siete ancora sicuri dei vostri sensi quando si tratta dell'odore e dell'aspetto della vostra pasta di tahini, provatene un piccolo misurino. Se si avverte un sapore strano che ricorda il gas o un vecchio olio troppo cotto, scartarlo immediatamente.

- Stampo: Anche se non capita spesso che la pasta di tahini si ammuffisca, può succedere, soprattutto sulla bocca del barattolo. Se vedete della muffa sul vostro tahini, gettatelo immediatamente perché può essere pericoloso per la vostra salute se lo consumate.

Scopri se cipolle e asparagi sono andati a male.

Domande frequenti

Tahini in barattolo con fondi di tahini sullo sfondo

Si può usare il tahini scaduto?

Dal momento che la tahini acquistata in negozio di solito ha una data di scadenza piuttosto che una data di scadenza, di solito è possibile consumarla dopo tale data.

Utilizzate la tahini non aperta acquistata in negozio 6 mesi dopo la data di scadenza se conservata a temperatura ambiente o in frigorifero.

Per quanto tempo si può conservare la tahini in frigorifero?

Il tahini non aperto può essere conservato in frigorifero fino a 12 mesi.

La pasta tahini acquistata in negozio può essere conservata in frigorifero per circa 6 mesi dopo la data di scadenza.

La pasta tahini fatta in casa può durare fino a una settimana se conservata correttamente in frigorifero.

Come posso ridurre l'amaro della tahini?

Per ridurre l'amaro della tahini, si può aggiungere un po' di succo di limone per attenuare il sapore sgradevole.

Se volete, potete anche aggiungere un po' di sale, ma solo un po'.

Parole finali

Tahini in una grande ciotola grigia

Allora, la tahini va a male? Naturalmente, alla fine fa male, proprio come qualsiasi altro tipo di alimento. Anche se non è facile che la pasta tahini si rovini, bisogna comunque fare attenzione.

In questo articolo, avete potuto scoprire che il tipo di tahini, il tipo di semi di sesamo utilizzati per la sua realizzazione, nonché metodo di stoccaggio tutti, determinano la longevità di pasta di tahini.

Inoltre, ho spiegato quali sono i modi migliori per conservare correttamente il tahini e, infine, quali sono i segni di un tahini rovinato se non siete sicuri che sia andato a male o meno. In definitiva, queste sono tutte le informazioni importanti relative alla durata di conservazione e al deterioramento del tahini che dovreste conoscere.