Vai al contenuto

Il cremore di tartaro diventa cattivo e quali sono i segnali di allarme?

Il cremore di tartaro va a male e quali sono i segnali di allarme? .

Sharing is caring!

"Tartara" è un termine relativamente comune nel mondo culinario, in quanto la salsa tartara è uno dei condimenti più popolari per molte occasioni. 

Tuttavia, un altro ingrediente che porta il nome di "tartaro" è il cremore di tartaro. Tuttavia, in realtà non ha nulla in comune con il tartaro né è una crema. 

Sorprendentemente, si tratta di una polvere bianca fine, un sottoprodotto della vinificazione, scientificamente noto come bitartrato di potassio. 

Ha molti usi in cucina, tra cui stabilizzare e aumentare il volume delle uova sbattute, agire come agente lievitante, prevenire la cristallizzazione dello zucchero e fornire acidità. 

Ma che dire della sua durata di conservazione? Il cremore di tartaro va a male? Essendo simile al lievito in polvere e al bicarbonato di sodio, il cremor tartaro non andrà a male così facilmente. 

Tuttavia, ci sono alcuni fattori che possono portare al suo deterioramento, quindi è importante ottenere maggiori informazioni. 

Il cremore di tartaro va davvero a male?

Crema di tartaro

Se conservato nelle giuste condizioni, il cremor tartaro si mantiene sicuro per il consumo quasi all'infinito. Insieme alla farina, miso, tahinie alcuni altri prodotti conservabiliNon si rovina facilmente. 

Quindi, se non avete aperto la confezione con il cremor tartaro e lo conservate correttamente, si manterrà buono per anni. Inoltre, deve stare lontano dall'acqua perché l'acqua è il suo principale nemico quando si tratta di deteriorarsi. 

In particolare, poiché il cremore di tartaro è un ingrediente in polvere, finché si trova in un ambiente asciutto, non si deteriora. 

Tuttavia, quando entra in gioco l'umidità, cioè una quantità elevata di umidità, c'è un'alta probabilità che si formi la muffa, e quindi il cremore di tartaro non serve a nulla, se non a buttare via la spazzatura. 

Devo anche sottolineare che il cremor tartaro rimane sicuro nelle giuste condizioni, ma perde gradualmente potenza in periodi di tempo più lunghi, quindi è meglio usarlo il prima possibile. 

Come capire se è andato a male?

Sapere che il cremore di tartaro può andare a male in determinate situazioni, oltre a perdere qualità nel tempo, fa scattare automaticamente la necessità di sapere come riconoscerlo. Fortunatamente, esistono modi efficaci per farlo in modo corretto. 

Per prima cosa, è necessario effettuare un test visivo. Se si nota qualcosa di insolito, è necessario esaminarlo più da vicino. 

Con il passare del tempo, soprattutto se entra un po' di umidità, si possono formare dei piccoli grumi morbidi sulla superficie. Tuttavia, non c'è da preoccuparsi, perché è possibile risolvere il problema facilmente e in modo del tutto sicuro. 

È sufficiente usare una forchetta per rompere e mescolare la polvere. A parte questo, si può anche passare il tutto attraverso un setaccio o un macinino per spezie, o semplicemente usare un mortaio e un pestello. 

Se invece i grumi sono grossi e duri, c'è da preoccuparsi perché è un chiaro segno di deterioramento. In questo caso, dovreste gettarlo. 

Inoltre, se vedete stampo macchie o qualsiasi altra crescita organica sulla superficie, eliminatela immediatamente. Lo stesso vale per lo scolorimento, le macchie scure e le sfumature leggermente giallastre. 

Infine, è bene controllare anche l'odore. Un buon tartaro ha un aroma leggermente acido, mentre uno cattivo perde questo aroma e diventa piuttosto neutro. In questo caso, è meglio non consumarlo. 

Test appropriati per verificarne la potenza

La sicurezza viene sempre prima di tutto, quindi ho deciso di trattare prima questo aspetto. Tuttavia, ricordate quando ho detto che il cremor tartaro perde la sua efficacia nel tempo? 

Se il vostro è rimasto in dispensa per troppo tempo e non siete sicuri che sia ancora fresco, potete fare un test per esserne certi. 

In una tazza di vetro, mescolare ½ cucchiaino di cremor tartaro con ¼ di cucchiaino di bicarbonato di sodio, versare mezza tazza di acqua calda e mescolare. 

Se vedete che genera schiuma, è perfettamente valido e può ancora essere utilizzato. 

Quanto dura?

Crema di tartaro in una ciotola

Ho già detto che il cremore di tartaro può durare alcuni anni se conservato nelle giuste condizioni. Ma per quanto tempo esattamente? In realtà è difficile dirlo. 

Alcune fonti affermano che il cremore di tartaro può durare circa 2-3 anni, mentre altre dicono che si può usare per circa 4 anni dal giorno della produzione o anche più a lungo dopo. 

Se sull'etichetta è stampata una data, seguirla per ottenere la migliore qualità. Tuttavia, è ancora possibile consumarlo dopo 3-6 mesi da tale data, poiché in questo periodo di tempo non perde la sua qualità. 

Che dire del cremore di tartaro scaduto?

In realtà, non esiste un cremor tartaro scaduto. La data stampata sull'etichetta, per la quale si potrebbe pensare che si tratti di una data di scadenza, è in realtà una "data di scadenza". 

Per legge, ogni prodotto deve avere una data di scadenza sull'etichetta, quindi è l'unico motivo per cui la vedrete. Tuttavia, non è altro che la data della sua migliore qualità. 

Ho già detto che si può continuare a consumare il cremor tartaro fino a 6 mesi dopo tale data. Ma cosa succede dopo? 

Il prodotto rimarrà sicuro per il consumo anche in seguito, ma il livello di potenza inizierà rapidamente a diminuire. Si tratta quindi di un aspetto da tenere in considerazione. 

Come conservare correttamente il cremore di tartaro

Tra tutti i prodotti e gli ingredienti alimentari, il cremor tartaro è quello che si conserva più a lungo. Tuttavia, questo è vero solo se lo si conserva correttamente. 

- Trovate un luogo fresco e asciutto, senza luce solare diretta o fonti di calore, e conservatelo lì. 

- Se avete aperto la confezione originale con il cremor tartaro, trasferitela in un contenitore ermetico e chiudetelo bene, in modo da proteggerlo al meglio dall'umidità in eccesso e da eventuali odori forti. 

- Se il cremore di tartaro è in una confezione di carta, trasferitelo in un barattolo ben chiuso, poiché la confezione di carta non lo protegge dall'umidità e dagli odori forti. 

- Controllate sempre i dintorni del vostro cremor tartaro per verificare che non ci siano insetti spaventosi. 

- Evitate di conservarlo in frigorifero perché è il luogo in cui l'umidità può entrare facilmente. 

- Il congelamento è possibile, ma, come nel caso di congelamento della farina per esempio, non è davvero necessario. Tuttavia, se decidete di congelare il cremor tartaro, conservatelo sempre in un sacchetto ben chiuso per il congelamento.  

È davvero necessario gettare la vecchia crema di tartaro?

Crema di tartaro versata

No, non è così. Esistono numerosi modi per utilizzare il vecchio cremor tartaro e alcuni di essi sono molto pratici, quindi non è fuori mano impararli. 

- Pulizia di rame e ottone: Si può usare per pulire e lucidare oggetti in rame e ottone. Preparate una pasta mescolando il cremor tartaro con una piccola quantità d'acqua e applicatela sulla superficie appannata. 

Lasciare riposare per qualche minuto prima di strofinare delicatamente con un panno o una spugna. Risciacquare accuratamente e asciugare.

- Rimozione delle macchie: Il cremore di tartaro può essere efficace per rimuovere alcune macchie, soprattutto sui tessuti. 

Mescolare una piccola quantità di crema di tartaro con acqua per ottenere una pasta e applicarla sulla zona macchiata. Lasciare riposare per un po' prima di lavare come di consueto.

- Soluzioni di pulizia fai da te: Il cremore di tartaro può essere un componente delle soluzioni detergenti fai-da-te. Combinato con altri ingredienti come l'aceto, il succo di limone o il bicarbonato di sodio, può aiutare ad affrontare macchie, sporcizia e accumuli su varie superfici della casa.

- Eliminare le formiche: Se avete problemi con le formiche, mettete un po' di cremore di tartaro in quelle zone e le formiche diminuiranno. 

Verdetto finale

Il cremore di tartaro va a male? Il cremor tartaro, proprio come qualsiasi altro prodotto, può certamente andare a male se esposto a condizioni di conservazione non ottimali. 

Tuttavia, se lo si conserva in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta del sole e da fonti di calore, e lo si chiude correttamente in un contenitore ermetico, si manterrà buono anche per alcuni anni.

Il cremore di tartaro va a male e quali sono i segnali rossi?