Vai al contenuto

Si può congelare lo yogurt? Una guida dettagliata che vale la pena di conoscere

Si può congelare lo yogurt? Una guida dettagliata che vale la pena di conoscere

Sharing is caring!

Lo yogurt è un alimento che può essere consumato in vari modi e ci sono anche vari tipi di yogurt in modo che ognuno possa trovare quello che gli piace. Questo lo rende molto popolare. 

Lo yogurt, tuttavia, è un prodotto lattiero-caseario fermentato, quindi può essere molto sensibile al deterioramento, soprattutto se non lo si maneggia correttamente. 

Quindi, se avete molto yogurt e non volete che vada sprecato, si pone il problema della conservazione. Ma è possibile congelare lo yogurt per risolvere questo problema? 

Ebbene sì, lo yogurt può essere conservato in freezer, ma bisogna sapere come farlo correttamente e come influisce sulla sua qualità. 

Questo è esattamente ciò che imparerete in questo articolo. 

Perché congelare lo yogurt (e perché no)?

yogurt in bicchieri di plastica

La ragione più ovvia per congelare lo yogurt è quella di prolungarne la durata di conservazione. 

Con il congelamento è possibile conservarlo per un periodo di tempo più lungo ed evitare di sprecarlo. 

Questo può essere particolarmente utile se si acquista yogurt all'ingrosso o se si vuole fare scorta di un particolare tipo di yogurt che si ama.

Un'altra ragione per congelare lo yogurt è quella di preparare dei dolcetti a base di yogurt congelato. Una volta congelato, lo yogurt assume una nuova consistenza, cremosa e liscia, simile a quella del gelato. 

Aggiungendo la frutta o i dolcificanti preferiti prima del congelamento, si può creare un delizioso e salutare dessert ghiacciato, perfetto per le calde giornate estive.

Infine, anche congelare lo yogurt può essere un ottimo modo per risparmiare. Lo yogurt può essere costoso, soprattutto se si preferisce acquistare prodotti biologici o marche speciali. Comprando all'ingrosso e congelando, si può risparmiare a lungo termine.

Ci sono effetti negativi del congelamento dello yogurt?

Non direi che si tratta di effetti negativi, ma il congelamento può causare alcuni cambiamenti nella consistenza e nel sapore dello yogurt. 

La differenza più evidente tra uno yogurt congelato e uno non congelato è la consistenza. In particolare, alcuni tipi di yogurt possono diventare più sottili o più granulosi dopo il congelamento. 

Anche dopo lo scongelamento possono comparire strati stratificati perché il congelamento fa collassare le reti proteiche dello yogurt. Il processo rilascia acqua che, una volta congelata, si separa dai solidi del latte. 

Dopo aver letto questo articolo, probabilmente penserete che lo yogurt sia inutile dopo essere stato congelato, ma questo non è vero perché può essere utilizzato con successo in molte ricette. 

Per quanto riguarda il profilo gustativo, non ci sono cambiamenti significativi, a parte il sapore leggermente più acido dovuto al processo di congelamento. 

Infine, molte persone consumano lo yogurt per i suoi benefici per la salute derivanti dai batteri noti come probiotici, quindi ora si pone la questione della loro sopravvivenza nel congelatore. 

Sebbene non prosperino a temperature troppo basse, non si è registrato un calo significativo della quantità di batteri presenti nello yogurt dopo il congelamento. 

4 modi per congelare lo yogurt

yogurt in una ciotola di legno

Ora sapete che i benefici del congelamento dello yogurt sono numerosi e che non ci sono svantaggi significativi. Non c'è quindi motivo migliore per imparare a congelare lo yogurt in modo corretto e ci sono 4 metodi per farlo nel modo giusto. 

1. Congelare nel suo contenitore originale

Questo è sicuramente il metodo più semplice e veloce per congelare lo yogurt. Se non è ancora aperto, potete mettere il contenitore originale direttamente nel congelatore senza preoccuparvi. 

Tuttavia, bisogna sapere che è meglio congelare in questo modo se si sono acquistati piccoli contenitori monodose o quelle confezioni con più yogurt piccoli. 

Ovviamente, questo perché una volta tirati fuori dal freezer, molto probabilmente ne mangerete una porzione intera e non ci sarà bisogno di congelare di nuovo o di buttare gli avanzi. 

Ma con le vaschette più grandi è diverso, perché c'è una minore probabilità di mangiare l'intera porzione in una volta sola, lasciando gli avanzi inutilizzati, il che è davvero una tragedia. 

Ma, fortunatamente, uno dei metodi seguenti può sicuramente servire in questo caso, quindi rimanete sintonizzati. 

2. Utilizzare un contenitore sicuro per il congelatore

Come ho già detto, se si tratta di un contenitore più grande, non consiglio di congelarlo subito. Piuttosto, trasferitelo dal contenitore originale a contenitori più piccoli e sicuri per il freezer, per evitare che rimangano degli avanzi. 

Ecco i semplici passi da seguire. 

FASE 1: Per prima cosa, preparate i contenitori lavandoli accuratamente per evitare qualsiasi contaminazione. Dopodiché, si può versare lo yogurt nei contenitori, riempiendoli non fino in fondo. 

Questo perché lo yogurt contiene un'elevata quantità di acqua e l'acqua si espande nel congelatore, quindi è necessario lasciare un po' di spazio in cima. 

FASE 2: Chiudere bene il contenitore per evitare l'eccesso d'aria che può causare bruciature da congelamento. 

Questo serve anche a evitare che lo yogurt assorba gli odori degli alimenti circostanti, il che può portare a un più rapido deterioramento del latte. 

FASE 3: Infine, etichettare il contenitore con la data esatta di conservazione e riporlo nel congelatore. 

3. Congelare a cucchiaiate

Se si acquistano vaschette più grandi, anche questo metodo può essere ottimo. È un metodo che richiede più tempo rispetto ai due precedenti, ma ne vale la pena perché permette di suddividere grandi partite di yogurt in piccole porzioni. Ecco i passaggi.

FASE 1: Per prima cosa, foderare una teglia con carta da forno e utilizzare una paletta per gelato per porzionare e posizionare lo yogurt sulla carta da forno. 

FASE 2: A questo punto, trasferite la teglia con le palline di yogurt nel congelatore e lasciatela lì per diverse ore o per tutta la notte, finché non si sarà congelata. 

FASE 3: Trascorso questo lasso di tempo, estrarre la teglia dal freezer e trasferire le palline di yogurt nel sacchetto del freezer. 

FASE 4: Infine, etichettare il sacchetto con la data esatta di conservazione e riporlo nel congelatore per una conservazione a lungo termine. 

4. Utilizzare il metodo del vassoio per cubetti di ghiaccio

L'ultimo metodo consigliato è quello di congelare lo yogurt utilizzando una vaschetta per cubetti di ghiaccio. Questo è il mio metodo preferito per congelamento di metà e metà così da poterlo usare anche per il caffè. I passaggi sono riportati di seguito. 

FASE 1: Per prima cosa, preparate la vaschetta per i cubetti di ghiaccio pulendola adeguatamente per evitare qualsiasi contaminazione o contaminazione incrociata. 

FASE 2: Dopodiché, si può versare liberamente lo yogurt nella vaschetta per i cubetti di ghiaccio. 

FASE 3: Trasferite la vaschetta per i cubetti di ghiaccio con lo yogurt nel freezer e lasciatela congelare per diverse ore o per tutta la notte. 

FASE 4: Trascorso questo periodo di tempo, estraete la vaschetta per i cubetti di ghiaccio dal freezer e trasferite i cubetti di yogurt in un sacchetto per la conservazione a lungo termine. 

FASE 5: Etichettare il sacchetto con la data esatta di conservazione e metterlo nel congelatore. 

Diversi tipi di yogurt e congelamento

donna che mangia yogurt con fragole

Come già detto nell'introduzione, esistono vari tipi di yogurt e tutti subiscono il processo di congelamento in modo leggermente diverso. In questa sede potrete quindi apprendere cosa significa congelare per alcuni tipi diversi di yogurt. 

Congelare lo yogurt normale

Lo yogurt normale può essere congelato, ma bisogna conoscere alcuni trucchi e suggerimenti per farlo con successo, perché può facilmente diventare acquoso e perdere parte della sua consistenza. 

Per evitare che ciò accada, è possibile filtrare lo yogurt prima di congelarlo. Mettere una stamigna o un filtro da caffè su un colino e posizionarlo sopra una ciotola. 

Versare lo yogurt nella stamigna e lasciarlo scolare per circa un'ora. Trasferite lo yogurt addensato in un contenitore ermetico o in un sacchetto per il congelamento e congelatelo secondo le istruzioni riportate sopra.

Congelare lo yogurt greco

Lo yogurt greco si congela abbastanza bene ed è più adatto alla congelazione rispetto ai tipi di yogurt normali. Questo perché contiene meno acqua, cioè ha una consistenza più densa che ha meno probabilità di degradarsi durante il processo. 

Poiché lo yogurt greco è denso e mantiene abbastanza bene la sua forma, il metodo del misurino è il migliore da seguire. 

Tuttavia, è possibile anche congelare lo yogurt greco in un contenitore adatto al congelamento, soprattutto perché non è necessario lasciare molto spazio in cima.

Congelare il kefir

Il kefir è un tipo di yogurt leggermente diverso perché, a differenza dello yogurt, si ottiene aggiungendo al latte i grani di kefir. 

Tuttavia, la differenza più importante riguarda la quantità di batteri o probiotici. In particolare, il kefir contiene una quantità maggiore di probiotici grazie alla maggiore varietà di ceppi batterici che contiene. 

Per questo motivo, è più incline a perdere alcune delle sue proprietà probiotiche nel processo e a separarsi. 

Per evitare la separazione, si può mescolare un addensante come l'amido di mais o l'amido di tapioca e trasferire il kefir in un contenitore ermetico o in un sacchetto per il congelamento e congelare come da istruzioni sopra riportate.

Dovrebbe essere sufficiente. 

Congelare lo yogurt di soia e lo yogurt di cocco

Lo yogurt di soia e lo yogurt al cocco sono ottime alternative agli yogurt a base di latte, soprattutto se avete problemi di tolleranza ai latticini. 

Per quanto riguarda il congelamento, è possibile trattare questi tipi di yogurt nello stesso modo in cui si trattano i latticini. 

Tuttavia, bisogna sapere che, una volta congelato, lo yogurt di soia o di cocco tende a diventare leggermente granuloso. 

Per evitare che ciò accada, aggiungere uno stabilizzatore come l'amido di mais o l'agar-agar prima del congelamento. Trasferire lo yogurt in un contenitore ermetico o in un sacchetto per il congelamento e congelare secondo le istruzioni sopra riportate.

Quanto dura lo yogurt nel congelatore?

Secondo l'USDAi prodotti lattiero-caseari possono essere congelati fino a 3 mesi (se conservati correttamente). Tuttavia, se si vuole sperimentare la sua migliore qualità, è meglio consumarla il più velocemente possibile. 

Il mio consiglio è di evitare di lasciarlo in freezer per più di 2 mesi. Non andrà a male se lo lasciate lì per 3 mesi, ma il suo sapore e soprattutto la sua consistenza si deterioreranno sicuramente. 

Come scongelare correttamente lo yogurt?

yogurt scongelato con frutta

Nella maggior parte dei casi, è essenziale scongelare lo yogurt dopo il processo di congelamento, soprattutto se si prevede di consumarlo subito da solo. 

A tal fine, è meglio trasferire la quantità di yogurt che si intende consumare dal freezer al frigorifero e lasciarla lì per una notte. 

Questo per assicurarsi che rimanga a una temperatura fresca ideale per evitare che si rovini.

Se per qualche motivo avete dimenticato di metterlo in frigorifero la sera prima, potete anche lasciarlo scongelare a temperatura ambiente. Tuttavia, dovete assicurarvi che non rimanga fuori per più di 2 ore, perché il rischio di proliferazione di batteri nocivi è maggiore. 

Inoltre, se si nota che la consistenza dello yogurt è un po' liquida o granulosa dopo lo scongelamento, questo è normale e, mescolando energicamente, dovrebbe tornare alla sua consistenza liscia.

Si può ricongelare?

Cominciamo con la regola delle due ore. Secondo l'USDANon si deve ricongelare lo yogurt o qualsiasi altro alimento scongelato se è stato lasciato fuori dal frigorifero per più di 2 ore.

Anche se tecnicamente è possibile congelare nuovamente lo yogurt, non è consigliabile. In particolare, quando lo yogurt viene congelato e poi scongelato, i cristalli di ghiaccio che si formano durante il congelamento possono danneggiare la consistenza e la qualità dello yogurt.

Inoltre, quando lo yogurt si scongela, i batteri possono iniziare a crescere, causando problemi di sicurezza alimentare. Quindi, quando si rimette lo yogurt scongelato nel freezer, dopo averlo scongelato di nuovo ci sarà una quantità maggiore di batteri. 

Pertanto, se si dispone di uno yogurt scongelato che non si intende consumare immediatamente, è meglio conservarlo in frigorifero e consumarlo entro pochi giorni, piuttosto che congelarlo nuovamente. 

Diversi modi di utilizzare lo yogurt congelato

Sapete già che lo yogurt congelato e scongelato tende a cambiare sapore e consistenza. Dopo il processo, non è più così liscio e il suo sapore diventa più aspro. 

Se vi va bene, potete consumarlo da solo, cioè nello stesso modo in cui consumereste lo yogurt fresco. 

Tuttavia, il mio consiglio è di incorporarlo in altri tipi di piatti. Ad esempio, se si utilizza il metodo della vaschetta per i cubetti di ghiaccio, non è necessario scongelarlo, ma basta frullarlo con altri ingredienti per ottenere un frullato delizioso e rinfrescante. (La cosa migliore è che potete congelare i frullati).

Si può usare anche per i ghiaccioli allo yogurt. È sufficiente congelare lo yogurt negli stampi per ghiaccioli per ottenere un prodotto divertente e rinfrescante. È possibile aggiungere frutta o altri ingredienti agli stampi prima del congelamento per ottenere un sapore più intenso.

Anche lo yogurt congelato e scongelato può essere un ottimo ingrediente per preparare la marinata, in quanto può aiutare a rendere più tenera la carne o il pesce. 

Le salse e le creme spalmabili sono un'altra possibilità per incorporare lo yogurt congelato scongelato, poiché la consistenza non è molto importante in questi tipi di piatti. 

Esistono diversi prodotti da forno per i quali è possibile utilizzare lo yogurt congelato e scongelato per preparare l'impasto. Alcuni di questi prodotti da forno includono torte, muffin e pani veloci. 

Infine, se non scongelate il frozen yogurt, potete gustarlo come dessert. Basta versarlo in una ciotola e gustarlo semplice, oppure aggiungere guarnizioni come frutta fresca, noci, gocce di cioccolato o granola per aggiungere sapore e consistenza.