Vai al contenuto

Come riscaldare i frutti di mare bolliti e conservarne la migliore qualità?

Come riscaldare i frutti di mare bolliti e conservarne la migliore qualità?

Sharing is caring!

Seafood boil significa in realtà due cose: una festa in cui verrà servito un piatto con molti frutti di mare e un piatto a base di pesce stesso.

Naturalmente, nell'articolo di oggi non parlerò della festa con i frutti di mare, ma piuttosto del capolavoro culinario realizzato con vari tipi di frutti di mare.

Quindi, se è la prima volta che sentite parlare di questo incredibile piatto, vi dirò qualche parola al riguardo, in modo che sappiate con cosa avete a che fare. Il bollito di mare è un tipo di piatto di pesce delizioso e salutare.

Sebbene esistano molte ricette di bollire i frutti di mare, gli ingredienti principali includono vari crostacei, gamberi, granchi, cosce di granchio, ostriche, gamberetti, vongole, scampi, aragoste e cozze, insieme a pannocchie, salsicce e patate, oltre al brodo, tipicamente con condimento Cajun.

Come si può notare, sono molti gli ingredienti incorporati nel bollito di mare, quindi è molto probabile che ci si ritrovi con avanzi di bollito di mare da conservare e riscaldare in seguito. Si pone quindi il problema di come riscaldare il bollito di mare.

Beh, ci sono tre principali metodi di riscaldamento per bollito di frutti di mare e li spiegherò di seguito. Vi parlerò anche di altri modi meno conosciuti per riscaldare i frutti di mare bolliti, quindi è meglio continuare a leggere per scoprirli.

Come riscaldare i frutti di mare?

persona che tiene in mano un gambero pronto per essere bollito

Finire con un sacco di avanzi di bollire i frutti di mare non è davvero una cosa rara perché ci sono molti ingredienti in questo piatto e le persone di solito fanno una quantità enorme di bollire i frutti di mare quando cucinano il bollire i frutti di mare. Per questo motivo, non si riesce a finire l'intero piatto.

Fortunatamente, ci sono alcuni grandi modi per riscaldare il pescee il resto dei frutti di mare avanzati si lessano senza finire in una consistenza gommosa. I due metodi migliori sono l'uso del forno e del fornello.

Si può anche riscaldare nel microonde. Tuttavia, non sono una fan del microonde perché non è un metodo di riscaldamento ideale per nessun tipo di cibo, soprattutto per i frutti di mare.

È inoltre necessario sapere quale metodo utilizzare per riscaldare il sacchetto per i frutti di mare e quale metodo utilizzare per riscaldare i frutti di mare senza sacchetto. La risposta a tutto ciò è riportata di seguito, quindi è meglio che rimaniate sintonizzati.

NOTA: Secondo l'USDA, "gli alimenti devono essere riscaldati accuratamente fino a raggiungere una temperatura interna di 165 °F o fino a quando sono caldi e fumanti".

Qual è il modo migliore per riscaldare i frutti di mare bolliti?

bollire i frutti di mare riscaldandoli in forno

Senza dubbio, il forno è l'opzione migliore quando si tratta di riscaldare i frutti di mare bolliti. Anche riscaldarlo sul fornello non è una cattiva idea.

Infine, il microonde è un metodo popolare, ma non lo consiglierei mai. Tuttavia, se proprio volete usare il microonde, avrete la spiegazione qui sotto.

1. Il forno

Utilizzare il forno per riscaldare i frutti di mare bolliti a bassa temperatura è senza dubbio il metodo migliore. Tuttavia, è necessario sapere come eseguire il processo in modo corretto, quindi vi presenterò i passi da seguire.

FASE 1: Per prima cosa, è necessario preriscaldare il forno a 275 gradi. Non utilizzare mai temperature elevate per riscaldare qualsiasi tipo di pesce, vale a dire evitare il calore elevato.

FASE 2: Poi, dovete trasferire i frutti di mare e gli altri ingredienti nella casseruola. Potete anche usare delle teglie da forno, ma io preferisco sempre una casseruola. Mettete i frutti di mare sul fondo della casseruola e aggiungete le uova sode e le verdure in cima. Distribuite tutti gli ingredienti in modo uniforme.

FASE 3: Poi si usa un foglio di alluminio per coprire il piatto, ma prima di coprirlo si spruzza uno spray antiaderente.

FASE 4: Una volta coperto il piatto con la carta stagnola, potete metterlo in forno e lasciarlo riscaldare per circa 15 minuti. Dopo questi 15 minuti, potete controllare la temperatura interna del cibo utilizzando un termometro per alimenti. 125-130 gradi Fahrenheit sono un segno di cottura.

2. Piano cottura

Se volete dedicare meno tempo a questa operazione, il piano cottura potrebbe essere un'ottima opzione. Diamo quindi un'occhiata alle linee guida.

FASE 1: Per prima cosa è necessario riempire una grande pentola d'acqua e riscaldarla fino a raggiungere l'ebollizione.

FASE 2: Se i frutti di mare bolliti sono stati conservati in un contenitore ermetico, è necessario trasferirli in un sacchetto per la bollitura.

FASE 3: Mettetelo nella pentola d'acqua bollente e lasciatelo scaldare per circa 10 minuti.

FASE 4: Dopo questi 10 minuti, trasferite il sacchetto dalla pentola alla griglia di raffreddamento e lasciatelo "riposare" per circa 5-10 minuti.

FASE 5: Dopodiché, siete liberi di servirlo sul piatto da portata e potete versare il succo del sacchetto su questo bollito di mare. Godetevi questo piatto popolare fino in fondo.

3. Il microonde

persona che mette un piatto di frutti di mare nel microonde

Un metodo di cottura che non consiglio assolutamente è quello al microonde. Tuttavia, dato che è il metodo più veloce, alle persone piace e molte di loro chiedono come riscaldare correttamente i frutti di mare bolliti nel microonde. Quindi, non ho avuto altra scelta che spiegarvi come fare.

FASE 1: Per prima cosa, è necessario versare un po' d'acqua in un contenitore adatto al microonde. Questo po' d'acqua aiuterà il piatto a mantenere l'umidità necessaria. Si possono anche aggiungere condimenti come alloro, sale o pepe per renderlo più saporito, perché possono marinare nel burro e nei succhi dei frutti di mare.

FASE 2: Dopodiché, è possibile trasferire il sacchetto al suo interno.

FASE 3: Per avvolgere il contenitore, non utilizzare la carta stagnola, ma la pellicola di plastica adatta al microonde.

FASE 4: Cuocere per un massimo di 5 minuti.

FASE 5: A questo punto, si può verificare la presenza di punti freddi. Se ne notate, passate ancora un paio di minuti al microonde. In caso contrario, potete trasferire liberamente il vostro bollito di mare nel piatto da portata e gustarlo.

Come riscaldare un sacchetto per la cottura dei frutti di mare?

foto di un bollito di pesce

Quando si ha a che fare con la bollitura dei frutti di mare, è meglio utilizzare sacchetti per alimenti bollenti. Anche se alcuni pensano che qualsiasi tipo di sacchetto di plastica possa essere adatto in questo caso, ciò non è affatto vero. Questi sacchetti per la bollitura sono stati progettati appositamente per il processo di bollitura, quindi solo loro sono adatti in questo caso.

Tuttavia, è meglio riscaldarlo in una pentola di acqua bollente sul fornello. Per farlo, basta seguire i passaggi spiegati sopra.

Anche se non consiglio di usare il microonde per riscaldare un bollito, è possibile usare questo tipo di sacchetto anche nel microonde. Non riscaldare in forno se si utilizza il sacchetto.

Se si riscaldano i frutti di mare bolliti in forno, utilizzare una casseruola coperta con un foglio di alluminio e seguire i passaggi sopra descritti.

Quali sono i modi alternativi per riscaldare i frutti di mare bolliti?

bollire i frutti di mare e il mais

Oltre a questi metodi più diffusi per riscaldare i frutti di mare, ce ne sono altri che possono fare al caso vostro. Qui vi spiegherò brevemente altri due metodi che potete utilizzare per riscaldare i vostri piatti di pesce.

Friggitrice ad aria

Il procedimento per riscaldare i frutti di mare bolliti nella friggitrice ad aria è del tutto simile a quello per riscaldarli nel forno. La differenza principale è che, quando si utilizza una friggitrice ad aria, non è necessario preriscaldarla. Vediamo quindi alcuni semplici passaggi.

- Per prima cosa, è necessario trasferire gli ingredienti separati dalla bollitura dei frutti di mare sul vassoio. Potete anche metterli direttamente nel cestello.

- Poi bisogna coprirlo con un foglio di alluminio, proprio come quando si riscaldano i frutti di mare nel forno.

- Cuocere i frutti di mare nella friggitrice ad aria a 250 gradi F per circa 8-10 minuti.

- In questo lasso di tempo, potete riscaldare in una pentola la zuppa separata dalla bollitura dei frutti di mare.

- Quando entrambi gli ingredienti e la zuppa di frutti di mare sono pronti, si possono unire e infine servire e gustare.

Pentola a pressione

È un'opzione molto valida. Tuttavia, non è una buona idea se si intende riscaldare i frutti di mare bolliti in un sacchetto. Se non avete intenzione di farlo, i passaggi da seguire sono indicati di seguito.

- Trasferire i frutti di mare bolliti nella pentola a pressione e impostare l'opzione Vapore su attivo.

- Aggiungere un po' di liquido, come acqua o brodo, per evitare che il piatto risulti asciutto.

- Cuocere per circa 5 minuti.

- Dopodiché, si lascia riposare per qualche minuto e poi si può servire e gustare.

Come riscaldare i gamberi bolliti?

vista dall'alto del bollito di mare

Il bollito di gamberi è conosciuto anche con il nome di low country boil. Come suggerisce il nome, gli ingredienti principali di questo piatto sono i gamberi, oltre a patate, mais e salsicce. Tuttavia, esistono molte varianti di questo piatto di alta qualità.

Tuttavia, tutte le varianti sono abbastanza simili ai frutti di mare bolliti quando si tratta del processo di riscaldamento. Proprio come nel caso di bollito di frutti di mare, il modo migliore per riscaldare Gamberi bolliti è quello di utilizzare il piano cottura o il forno.

Si può anche riscaldare nel microonde, ma bisogna fare attenzione perché i gamberetti tendono a seccarsi molto rapidamente nel microonde. Per riscaldare il bollito di gamberetti, è sufficiente seguire gli stessi passaggi utilizzati per riscaldare il bollito di frutti di mare.

Domande frequenti

Ecco alcune domande frequenti che potrebbero interessarvi.

Si possono mangiare gli avanzi del bollito di mare il giorno dopo?

Sì, è possibile mangiare gli avanzi del bollito di mare il giorno dopo, se il bollito di mare è stato conservato correttamente in frigorifero e se è stato riscaldato nel modo giusto.

Tuttavia, la regola delle due ore suggerisce che se il cibo è rimasto a temperatura ambiente per più di 2 ore, non dovrebbe essere consumato.

Per quanto tempo posso tenere i frutti di mare bolliti in frigorifero?

Se si conservano i frutti di mare bolliti in frigorifero alla temperatura di 40 gradi, possono rimanere per 2-3 giorni.

Quando si conservano i frutti di mare bolliti in frigorifero, è consigliabile metterli in profondità perché la temperatura è più stabile.

Per riassumere

Tutto ciò che proviene dal mondo sottomarino è ricco di sostanze nutritive e quindi i frutti di mare fanno bene a voi e alla vostra salute. Poiché il bollito di mare è ricco di vari tipi di frutti di mare, è anche un piatto salutare. Inoltre, è anche delizioso.

A causa di queste caratteristiche, molte persone tendono a esagerare nella preparazione di questo piatto. E non vogliono gettare gli avanzi nella spazzatura. Fortunatamente, il bollito di mare può essere conservato e riscaldato con successo.

Ma come riscaldare correttamente i frutti di mare bolliti? In questo articolo, potrete scoprire che esistono diversi modi per riscaldare i frutti di mare bolliti. Il modo migliore per riscaldare i frutti di mare bolliti è quello di riscaldarli in forno. Sebbene sia possibile riscaldarlo anche nel microonde, non consiglio questo metodo. Oltre a questi due metodi, è possibile riscaldare i frutti di mare bolliti anche sul fornello, nella friggitrice ad aria e nella pentola a pressione.

Come riscaldare i frutti di mare bolliti e conservarne la migliore qualità