Vai al contenuto

3 metodi geniali per capire se la salsiccia è cotta

3 brillanti metodi per capire se la salsiccia è cotta.

Sharing is caring!

Quando non so cosa cucinare per cena, vado sempre al supermercato o in macelleria e compro una confezione di salsicce. Sono sazianti e possono essere anche molto gustosi se si sceglie il giusto metodo di cottura.

Poiché esistono molti metodi di cottura per le salsicce, a volte non è facile scegliere quello preferito.

Ma non è l'unico problema. Anche sapere come cuocere correttamente la salsiccia e non cadere nella trappola della sottocottura è una sfida.

Da qui nasce la domanda principale: "Come capire se la salsiccia è cotta?". In questo caso, mi limiterò a dire che ci sono tre ottimi modi per farlo. Uno di questi è l'utilizzo di un termometro per carne e gli altri due metodi non prevedono l'uso di un termometro.

Vediamo in dettaglio cosa significa.

Come capire se la salsiccia è cotta?

Il modo migliore per sapere se la salsiccia è cotta o meno è usare un termometro e controllare la temperatura interna. Tuttavia, molti cuochi casalinghi non ne hanno uno e quindi non sanno cosa fare. 

Fortunatamente, ci sono due modi per controllare la salsiccia cotta e li ho spiegati di seguito.

Come si fa a capire se è cotto usando un termometro?

Inizierò con il metodo migliore che risponde alla domanda "Come sapere quando la salsiccia è cotta?". È il metodo più semplice e, allo stesso tempo, migliore, in cui si deve usare il termometro per la carne.

Quindi, cosa dovete fare? Prendete il termometro e infilate il tubo di mezzo centimetro nel piccolo foro all'estremità della salsiccia. Aspettate qualche secondo finché il termometro non segna la temperatura.

Al termine, la temperatura sullo schermo del termometro dovrebbe essere compresa tra 160-165 gradi F.. La temperatura interna ottimale della salsiccia dipende dal tipo di salsiccia.

Se state cucinando salsicce di maiale, di agnello, di pollo o di manzo, la temperatura interna deve essere di 160 gradi F, secondo le indicazioni fornite dal produttore. Raccomandazioni dell'USDA per la cottura della carne macinata. (Le salsicce sono considerate un tipo di prodotto a base di carne macinata).

Se invece si controlla la temperatura interna di salsicce di tacchino, di pollame, di selvaggina o di volatili selvatici, questa deve essere di 165 gradi.

Come capire se la salsiccia è cotta senza termometro?

Come capire se la salsiccia è cotta senza termometro

Controllare il grado di cottura di una salsiccia cotta senza un termometro per carne non è così semplice come con un termometro, ma non è nemmeno difficile. 

In realtà, esistono due modi abbastanza semplici per capire se la salsiccia è ben cotta senza dover usare un termometro.

1. Salsiccia e succhi di frutta chiari

Una salsiccia soda e i succhi chiari che produce sono chiari segni di una salsiccia cotta correttamente. Per verificarlo, basta prendere una salsiccia dalla teglia con una pinza e tenerla in aria per uno o due secondi.

Se si regge per lo più in piedi, cioè se non si piega troppo, allora è sodo e significa che è cotto correttamente.

Inoltre, mentre la tenete in aria, controllate i succhi sulla teglia. Se i succhi sono chiari e non più rosa, la salsiccia è perfettamente cotta.

2. Marrone o grigio Salsiccia cotta All'interno

Un altro chiaro segno di cottura della salsiccia è il colore della carne. Per verificare il colore della carne della salsiccia, tagliatela a metà con un coltello.

Si può fare così se si intende utilizzare la salsiccia in qualche tipo di casseruola o di sugo di salsiccia.

Se volete che la salsiccia rimanga intera, potete tagliarne un pezzetto all'estremità. Se si nota un colore tortora o colore marrone della carne, allora la salsiccia è pronta.

Se invece si nota un colore rosa o se si nota che la carne è ancora rossa, la salsiccia è poco cotta e non è ancora pronta per il consumo.

La salsiccia può essere rosa?

salsicce cotte su una tavola di legno

Una delle domande più frequenti sulla salsiccia e sulla cottura della salsiccia riguarda il suo colore e ciò è abbastanza logico, dato che il colore è un fattore importante per determinare il grado di cottura della salsiccia dopo il processo di cottura.

Molte persone che hanno a che fare con le salsicce si chiedono se va bene se la salsiccia è leggermente rosa.

Salsicce stagionate sono trattati con nitriti e questo fa sì che la carne sia rosa. La stessa carne può rimanere rosa anche se la salsiccia viene cotta correttamente.

Se avete a che fare con salsiccia stagionataLa carne rosa non è certo un problema.

Se state cucinando una salsiccia di manzo, il colore leggermente rosa della carne va benissimo perché questo tipo di salsiccia viene lavorata in modo un po' diverso rispetto agli altri tipi di salsiccia.

Inoltre, va benissimo se la salsiccia di maiale o altri tipi di salsicce come la salsiccia saveloy e la salsiccia macinata per la colazione presentano un leggero colore rosa-rossastro dopo il processo di cottura.

L'unico problema è quando la carne è prevalentemente rossa o rosa. In questo caso, la salsiccia è poco cotta e non è adatta al consumo perché può provocare indesiderate cibo poisono malattie di origine alimentare.

Si può pungere o tagliare la salsiccia prima del processo di cottura?

La risposta a questa domanda è piuttosto controversa tra gli addetti ai lavori del mondo della salsiccia. Il motivo principale è che ci sono molte risposte a questa domanda.

Alcuni ritengono che sia un'ottima cosa incidere o bucare la salsiccia in più punti per far uscire il vapore, che in ultima analisi impedirà al budello di scoppiare. Altri ritengono che questo possa accelerare il processo di cottura.

Tuttavia, il fatto è che probabilmente si vedranno umidità, grasso e succhi di frutta che colano che cola dalla salsiccia. Ciò significa che la salsiccia non sarà altrettanto succosa e deliziosa dopo il processo di cottura.

Per questo motivo, vi consiglio di cuocere la salsiccia lentamente, a fuoco medio-basso, perché in questo modo non si rischia di far scoppiare la pelle della salsiccia e si garantisce che la salsiccia sia saporita e succosa dopo la cottura.

Qual è il modo migliore per cuocere la salsiccia?

salsicce cotte in una ciotola

Come ho già detto, il modo migliore per cucinare la salsiccia è cuocerla lentamente ed evitare il calore alto per evitare che si bruci e si secchi. Tuttavia, bisogna sapere che esistono alcuni metodi di cottura validi per la salsiccia, elencati e discussi di seguito.

1. Bollitura della salsiccia

La bollitura è probabilmente il metodo più semplice per cuocere le salsicce. Tutto ciò che serve è qualche salsiccia e una pentola d'acqua bollente. Si possono bollire solo le salsicce oppure si possono prima bollire e poi utilizzare un altro processo di cottura come la frittura o la griglia. 

Diamo un'occhiata ai passaggi.

- Per prima cosa è necessario far bollire una pentola d'acqua a fuoco alto su un fornello.

- Dopo che l'acqua ha iniziato a bollire, si possono mettere le salsicce e abbassare il fuoco a livello medio.

- Cuocere le salsicce per circa 30 minuti.

- Dopo questi 30 minuti, si possono consumare immediatamente oppure si possono cuocere in padella o alla griglia per ottenere un sapore extra e una consistenza croccante.

2. Salsiccia alla griglia

Se siete appassionati di grigliate, saprete che non c'è alimento migliore della salsiccia per questo processo. È possibile ottenere una perfetta salsiccia dorata, molto saporita e succosa e un po' croccante all'esterno.

- Innanzitutto, è meglio mettere in camicia le salsicce prima di grigliarle se si vuole ottenere una cottura uniforme. Basta mettere le salsicce in una casseruola, coprirle d'acqua e farle cuocere finché non raggiungono una temperatura interna di 150 gradi.

- Una volta raggiunta la temperatura interna desiderata, è il momento di trasferirle sulla griglia e grigliarle a fuoco vivo fino a raggiungere una temperatura interna di 160-165 gradi, a seconda del tipo di salsiccia.

Il tempo di cottura è di 5 minuti.

Dopo questo lasso di tempo, la salsiccia dovrebbe essere perfettamente cotta.

3. Salsiccia in padella

salsicce fritte in padella

Anche la cottura in padella o in padella è uno dei metodi più comuni per cucinare le salsicce. È possibile friggere le salsicce in una padella antiaderente senza olio o in una normale padella con un po' di olio da cucina.

Consiglio di cuocere le salsicce in una padella normale, perché le padelle antiaderenti o in ceramica non rosolano bene la salsiccia.

- Innanzitutto, se le salsicce sono rimaste in frigorifero, è meglio lasciarle a temperatura ambiente per un paio di minuti, perché le salsicce fredde non si cuoceranno uniformemente nella padella.

- Il prossimo compito è quello di aggiungere un po' di olio di cottura nella padella e preriscaldarla un po'.

- Quando la superficie della padella è pronta, cioè quando siete sicuri che le vostre salsicce non si attaccheranno alla superficie, potete aggiungerle e farle cuocere per circa 10-15 minuti fino a quando saranno marrone dorato a colori.

- Servite la salsiccia e gustatela.

4. Friggere la salsiccia

Sì, avete capito bene, è possibile friggere anche le salsicce. Si tratta di un processo in cui si aggiungono le salsicce al grasso o all'olio caldo per friggerle. Non è del tutto salutare, ma può essere davvero gustoso. Ecco i passaggi da seguire.

- Per prima cosa è necessario combinare la miscela con le uova, il latte e la panna. Se non avete il latte o se non volete usarlo, potete usare l'acqua.

- Dopo aver preparato il lavaggio d'uovo, è il momento di impanare le salsicce e di immergerle nel lavaggio d'uovo.

- Dopo averle immerse a sufficienza nel lavaggio d'uovo, potete togliere le salsicce e ricoprirle di pangrattato.

- Lasciare le salsicce ben rivestite su una teglia da forno e preparare l'olio preferito in una friggitrice o in una padella profonda.

A tal fine, è necessario aggiungere dell'olio da cucina alla friggitrice e riscaldarlo a 375 gradi.

Se siete più inclini a un'alimentazione sana, potete utilizzare un olio salutare come olio d'oliva.

- Dopo aver aggiunto e riscaldato l'olio in una friggitrice, si possono finalmente friggere le salsicce. Le salsicce hanno bisogno di circa 5 minuti per friggere con successo.

5. Cuocere la salsiccia

Se volete cuocere le vostre salsicce, avrete bisogno di un forno. La buona notizia è che le salsicce al forno non necessitano di alcuna preparazione. È sufficiente eseguire correttamente il processo di cottura nel forno.

- Per prima cosa è necessario preparare il forno. Per farlo, è importante preriscaldare il forno a 374 gradi F. Questa è la temperatura migliore per le salsicce.

- Mentre il forno si riscalda, preparate una teglia foderando l'interno della teglia con della carta stagnola (per evitare che le gocce cadano) e versandovi un cucchiaio di olio d'oliva per evitare che la salsiccia si attacchi alla teglia.

- Quando il forno e la teglia sono pronti, potete mettere le salsicce sulla teglia unta e girarle per ricoprirle d'olio.

- Mettere la teglia con le salsicce in forno e lasciarle cuocere per circa 20-25 minuti. Se non siete sicuri che siano cotti correttamente, controllate la loro temperatura interna con un termometro o utilizzate uno degli altri due metodi spiegati sopra.

Domande frequenti

misurare il grado di cottura della salsiccia con un termostato

Come capire se la salsiccia italiana è cotta?

Come per qualsiasi altro tipo di salsiccia, potete verificare se la vostra salsiccia italiana è cotta controllando la sua temperatura interna. Poiché quasi tutte le salsicce italiane sono fatte con carne di maiale, la giusta temperatura interna di una salsiccia italiana cotta è di 160 gradi.

Se non si dispone di un termometro per carne, è meglio tagliare la salsiccia italiana a metà e controllare se l'interno è sanguinolento o rosa. Se così fosse, la salsiccia non è ancora pronta. Tuttavia, se i succhi sono limpidi, è segno che la salsiccia italiana è cotta correttamente.

Cosa succede se si mangia una salsiccia poco cotta?

Se si mangia una salsiccia poco cotta, si può incorrere in un'intossicazione alimentare o in un qualche tipo di malattia di origine alimentare, poiché le salsicce non cotte correttamente contengono batteri nocivi.

Verdetto finale sul grado di cottura delle salsicce cotte

In definitiva, leggendo questo articolo si può concludere che non è una buona cosa mangiare salsicce poco cotte, perché le salsicce poco cotte e crude contengono batteri nocivi che possono essere pericolosi per la salute.

Quindi, la domanda era: "Come capire se la salsiccia è cotta?". In sintesi, il modo migliore per sapere se la salsiccia è ben cotta è controllare la sua temperatura interna con un termometro da carne.

La temperatura interna deve essere compresa tra 160 e 165 gradi, a seconda del tipo.

Se non avete un termometro, potete controllare se è abbastanza sodo e se il suo interno è di colore marrone o tortora.